Arancina siciliana “aperta”

  • Persone: 4
  • Porzioni: 6
  • Tempo prep.: 25 m
  • Tempo cottura: 20 m
  • Pronto in: 30 m
Loading...
(0 / 5)
Chi non ha mai mangiato in Sicilia almeno una volta la classica “arancina”?
Certo sicuramente è diversa da lato a lato dell’isola, ma quella classica al ragù è più o meno uguale in ogni dove.
Rifarla uguale mi sembrava quasi un’offesa alla tradizione della cucina siciliana, così ho provato a rivisitarla a modo mio, presentandola un una versione diversa ma di grande presenza e gusto; diciamo che l’intenzione era quella di rendere gourmet la tradizione, il risultato mi sembra interessante, poi, provare per credere.

Ingredienti

  • Add to Shopping List +
  • Add to Shopping List +
  • Add to Shopping List +
  • Add to Shopping List +
  • Add to Shopping List +
  • Add to Shopping List +
  • Add to Shopping List +
  • Add to Shopping List +
  • Add to Shopping List +
  • Add to Shopping List +
  • Add to Shopping List +
  • Add to Shopping List +

Step by Step

  • Passo 1

    in una pentola far sciogliere la metà del burro, aggiungere e far imbiondire lo scalogno finemente tritato e la carne macinata fino a farla colorire

  • Passo 2

    aggiungere il riso e una volta perlato sfumare con il vino

  • Passo 3

    regolare di sale e pepe avendo cura di aggiungere fin da subito la salsa di pomodoro; portare a cottura tutto utilizzando il brodo vegetale

  • Passo 4

    nel frattempo preparare il crumble (utilizzare fette di pan carrè tritate) in una padella con un filo di olio Evo e farlo imbrunire

  • Passo 5

    a cottura conclusa, mantecare con il restante burro e con il parmigiano, poi farlo riposare per qualche minuto prima di fare l'impiattamento

  • Passo 6

    impiattare in questo modo: disporre qualche cucchiaio di crumble alla base del risotto oppure tutt'attorno, adagiare il risotto e aggiungere una cucchiaiata per piatto di fiordilatte tagliato a cubetti (o la burrata) al centro; e serve ancora una spolverata di pepe e un pizzico di parmigiano reggiano

Abbinamento del vino

  • Parliamo di una rivisitazione di un piatto tipico siciliano, quindi non può che essere accompagnato da un calice di vino di questa terra a scelta fra Syrah, Merlot e Nero d'Avola

Call to action banner image
- Shopping List
x