Bucatini alla Mike

Agli inizi degli anni ’70 i bucatini alla Mike erano il piatto cult da gustare durante le “feste” d’estate al Circolo Nautico Stabia. Pochi ingredienti, messi insieme alla buona nel cucinino del circolo dal custode Michele Vanacore (da qui il nome del piatto), che però rappresentavano un’esplosione di sapori unici, una prelibatezza, per molti anni

Continua a leggere

Mafaldine aglio novello olio e peperoncino, con pomodori secchi, salsiccia paesana stagionata e cubetti di cacioricotta freschi

E’ un piatto veloce, adatto quando si a poco tempo e bisogna fare spazio nella dispensa per il cambio di stagione dei prodotti, ma nonostante questo è un piatto ricco che si presenta bene e che alla fine lascia un sapore di buono. 




Continua a leggere

Pasta ammescata con impepata di cozze, peperoni e polpa di ricci di mare

La cucina anche quella moderna più gourmet ha regole antiche, una di queste è quella di non butture mai via nulla. Da questa filosofia nasce questo piatto, che utilizza come base il formato di pasta mischiata, oggi al secondo posto in assoluto fra quelli più venduti dopo gli spaghetti, ma che un tempo, agli inizi

Continua a leggere

Mezzi pennoni di Gragnano con patate e guanciale

In ogni casa del Meridione che si rispetti si fa la pasta e patate, è un classico. Mia madre ad esempio la fa con gli spaghettoni spezzati, il pomodoro e ci mette le scorzette di parmigiano ma non usa il guanciale. Io ho avuto la fortuna di mangiarla all’Osteria Nonna Rosa di Vico Equense cucinata

Continua a leggere

Risotto con calamari al profumo di mojito

Quando si parla di mojito la mente corre subito al famoso cocktail di origine cubana tanto amato da Ernest Hemingway. I pescatori di L’Avana però narrano di una leggenda legata al famoso pirata inglese Sir Francis Drake noto da quelle parti con il soprannome di El Draque. Pare appunto che fu Sir Francis nel lontano

Continua a leggere

Penne rigate con polpa di granchio e vodka

Parliamo di un piatto nato verso la fine dei mitici anno ’70 e che faceva parte di una serie molto “limitata” di primi nelle corde dei play boy dell’epoca, quando sul tardi, nelle loro garconniere, si fingevano chef provetti con lo scopo di creare, complice anche una buona bottiglia di vino, la giusta atmosfera bohemien

Continua a leggere

Pasta al forno con crema di zucca al peperoncino, salciccia e mozzarella

La potremmo definire pomposamente “la pasta al forno” della domenica del vecchio signore di campagna; da gustare nel periodo autunnale per il suo essere corposa e saporita al palato, ma al tempo stesso delicata e raffinata. Una pasta al forno fatta con molte delle rimanenze della settimana (tipo la salciccia, la mozzarella etc.), nel rispetto

Continua a leggere

Spaghettoni di Gragnano alla pacchianella

Il significato della parola “pacchiana” ormai desueto, ha avuto nel tempo molteplici sfumature nel dialetto napoletano e meridionale. Da rozzi e villani contadini della provincia che erano soliti portare in città i prodotti della loro terra, a quello di donne dalle grosse natiche sporgenti, fino a quello più caro della cucina, in cui le cosidette

Continua a leggere

Paccari al ragù di don Blas

La storia del Ragù risale al milletrecento (tutti concordano che siano stati i francesi a dare il là a questo piatto), e nasceva come piatto unico dei giorni di festa. Nel tempo divenne il tradizionale piatto della domenica della borghesia napoletana e  vieniva accompagnato come secondo dalla carne al ragù. Non sempre però le famiglie

Continua a leggere

Fusilli alla carbonara di vongole

Quando si dice azzardo. Da un bel po’ in cucina si uniscono i sapori di mare con quelli terra, così mi sono detto: perché non provare il brivido dell’azzardo con questo primo? Alla fine penso di aver trovato il giusto equilibrio tanto da ottenere un piatto unico nel suo genere, raffinato ma intenso nei suoi

Continua a leggere

La gnocca della contessa co’ pèr e ‘o muss

Quello che propongo è un piatto tipicamente estivo, ma che non sfigura su dei buffet come “sfizio” da gustare anche in altre occassioni. Partiamo dalla pasta, “la gnocca“, che  è un formato speciale prodotto da “La Fabbrica della Pasta di Gragnano” nota in tutto il mondo sia per il suo alto livello di qualità sia

Continua a leggere

Tortiera di patate e maccheroni

Era l’estate del 1975, Renato Carosone ritornava dopo una lunga assenza sulle scene della musica leggera italiana e internazionale, io ero in vacanza per la prima volta a casa dei miei futuri suoceri ad Ascea, quando ebbi la fortuna di incontrare per la prima volta sulla mia strada questo piatto spettacolare. Confesso che fra me

Continua a leggere

Mezzi pennoni di Gragnano allardati

E’ un piatto classico della cucina tradizionale napoletana, al quale ho apportato solo qualche piccolo cambiamento per renderlo più “moderno” nella sua “storicità“, a partire dalla pasta dove ho sostituito i bucatini (spesso usati per questo primo) con i mezzi pennoni alla trafila di bronzo de “La fabbrica della pasta di Gragnano“. Questo primo rientra

Continua a leggere

Spaghetti di Gragnano alla Gennaro

Era il piatto preferito dal grande Totò, tanto che in molte trattorie napoletane compare ancora sul menù come “gli spaghetti alla Totò”. Liliana de Curtis la figlia di Totò, narra che il Principe a tavola era di gusti semplici, e aveva particolare affetto per i piatti poveri della cucina napoletana che in qualche modo gli

Continua a leggere
Call to action banner image
- Shopping List
x